RisoEMiso | SUKIYAKI CLASSICO
16513
post-template-default,single,single-post,postid-16513,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

SUKIYAKI CLASSICO

SUKIYAKI CLASSICO

La ricetta che presento oggi è originaria di Tokyo, dove la salsa di cottura della carne, la warishita, è preparata prima e si usa per la cottura della carne. E’ una salsa molto gustosa, sapida e dolce allo stesso tempo, esalta il gusto della carne, sottilissima e grassa, e degli altri ingredienti che cuoceranno nella stessa pentola. Nella prima ricetta che ho proposto della sukiyaki, leggi, spiego il significato e le origini di questo piatto che divenne giapponese ma che, la stessa presenza della carne denuncia non esserlo, fu accolto dopo l’abrogazione del divieto di cibarsi di carne nel 1872. Come abbiamo già visto per altre ricette, la cultura giapponese assorbe il contributo straniero ma lo rielabora fino a farlo diventare proprio e riconoscibile a tutto il mondo come nipponico al cento per cento. Gli ingredienti di questa ricetta sono la base per il sukiyaki classico, ma è possibile aggiungere o togliere ingredienti secondo la stagionalità dei prodotti e dei gusti.

Per la convivialità della modalità di cottura della tradizione giapponese, questo piatto è ottimo da gustare in compagnia, mentre si chiacchera.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

 

  • 400/500 gr CARNE DI MANZO CON GRASSO TAGLIATA SOTTILISSIMA A MACCHINA
  • 1 YAKIDŌFU in sostituzione tōfu duro
  • 3 PORRI
  • 400 gr FOGLIE DI CRISANTEMO in sostituzione spinaci o cavolo cinese
  • 12 FUNGHI SHIITAKE SECCHI
  • 2 PACCHETTI DI SHIRATAKI
  • 4 UOVA FRESCHE

 

Per la salsa warashita:

  • 200 ml BRODO DASHI
  • 200 ml SALSA DI SOIA
  • 100 ml SAKE
  • 3 CUCCHIAI DI ZUCCHERO

 

Preparare brodo dashi, vedi ricetta.

Mettere in funghi shiitake secchi in acqua tiepida per reidratarsi, lasciato in immersione almeno 30 minuti.

Avvolgere il tōfu in carta assorbente, porvi sopra un peso leggero e lasciar riposare mezz’ora, in questo modo l’acqua in eccesso verrà espulsa.

Per la warishita, unire la brodo dashi lo zucchero e, a fuoco lento, farlo sciogliere, aggiungere il sake e far sobbollire per 30 secondi, così che la parte alcolica evapori. Aggiungere la salsa di soia e girare bene. Per questa salsa ci sono varie versioni, con o senza sake, con il brodo di alga kombu, col mirin, io ho proposto la salsa classica.

Lavare bene le verdure.

Tagliare il porro in pezzi di 3 o 4 cm.

Tagliate il tōfu in cubetti.

Togliere il gambo ai funghi.

Mettere a scolare gli shirataki qualche minuto.

Se non avete il fornello da tavolo, in una pentola, mettere un filo d’olio e farlo scaldare, aggiungere qualche fetta di carne e cuocetela, essendo molto sottile, fate attenzione a non abbrustolirla troppo.

Aggiungete la salsa warashita, girate bene, e mettete il tofu, i funghi che necessitano di più tempo per cuocere, i pezzi di porro e infine le foglie di crisantemo e gli shiitake. Importante, ogni ingrediente deve occupare un posto nella pentola e non deve essere mescolato con gli altri. Portare in tavola, ogni commensale prenderà ciò che desidera.

Se avete il fornello da tavolo questo procedimento si può fare comodamente al tavolo, appunto, mentre si chiacchera. Aggiungete del brodo, deve appena coprire il fondo, in modo che gli ingredienti cuociano ma non devono essere coperti dal liquido.

In ciotole individuali, sbattete un uovo e intingete la carne calda.

Buon sukiyaki.

Sukiyaki classico, gustosissimo, conviviale e semplice da fare. Una tipica cena giapponese.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy