RisoEMiso | RAMEN
16503
post-template-default,single,single-post,postid-16503,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

RAMEN

RAMEN

E’ arrivato il periodo giusto per gustare un caldo e saporito ramen, un pasto unico, dagli ingredienti semplici che, preparati in maniera corretta, sono un tripudio di gusto. Diverse sono le ricette per il ramen, ogni regione, ogni città, ogni famiglia e, ho potuto costatare, ogni ramen-ya, i ristoranti di ramen, ha una propria tradizione, un condimento, un procedimento particolare che rende unico e speciale ogni ramen.

Oggi presento una ricetta che ho molto amato a Tokyo e che mi ha fatto innamorare della cucina giapponese. Un ramen classico, molto semplice ma gustoso, con il maiale arrosto, marinato in salsa di soia, sake e con fette di zenzero fresco, l’uovo semi sodo, marinato anch’esso, il porro tagliato sottile e l’alga nori, croccante e saporito. Non potrete farne a meno.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

 

  • 500 gr COSCIA DI SUINO
  • 2 UOVA FRESCHE
  • 2 PORRI
  • CIPOLLOTTO
  • RADICE DI ZENZERO FRESCO
  • 1 FOGLIO DI ALGA NORI
  • 400 gr RAMEN NOODLES
  • 1,5 lt BRODO DASHI
  • 4 FETTE DI NARUTO
  • 280 ml SALSA DI SOIA
  • 280 ml MIRIN
  • 350 ml SAKE
  • ICHIMI
  • OLIO DI SESAMO

 

Per la marinatura della coscia di maiale:

in una busta di plastica alimentare, versate 160 ml di mirin, 200 ml di sake e 160 ml salsa di soia, adagiatevi anche la coscia di maiale e quattro fette di zenzero fresco. Massaggiate delicatamente e lasciare riposare in frigo un’ora almeno.

Portate a bollore l’acqua e immergetevi le uova, fate cuocere per 6 minuti, in questo modo avrete l’albume ben cotto e il tuorlo semi liquido. Prima di sgusciare le uova cotte bisogna farle raffreddare, più saranno fredde meglio sarà.

Per marinare le uova:

in un pentolino, versate 120 ml di mirin e 150 ml di sake, portare a bollore per 10 secondi e spegnere il fuoco, far raffreddare. Una volta freddo, versare il liquido in una busta di plastica alimentare e aggiungete la salsa di soia e le uova sode sgusciate. Lasciate in marinatura qualche ora, non meno di un paio d’ore, alcuni le lasciano l’intera notte. Il colore sarà bruno e il sapore molto intenso.

Preparate il brodo dashi, vedi ricetta.

Terminata la marinatura della coscia, scaldate un filo d’olio di sesamo e rosolate la carne su tutti i lati, così che venga sigillata e la carne cuocia trattenendo i liquidi.

In una teglia, adagiate la coscia e il liquido di marinatura, adagiate le fette di zenzero sulla carne e polverizzate un pizzico di ichimi.

Io ho cucinato la coscia in forno statico a 200°, con sonda al cuore a 65°, la carne sarà morbida e succosa, e terminerà la cottura, in pochi secondi, nell’acqua bollente del ramen. Se non avete la sonda, forno statico a 200° i primi 20 minuti e 160° altri 25 minuti, se vi sembra troppo secca bagnate con la marinatura e coprite con carta stagnola. Lasciare la carne riposare mezz’ora prima di tagliarla, conservare il brodo di cottura.

Tagliate a rondelle sottili la parte bianca del porro e il cipollotto, sia la parte bianca che la verde.

Troverete il naruto congelato, tagliatene un pezzo 3 cm circa e scongelatelo in acqua bollente. Tagliatene 4 fette di 5 mm circa.

Cuocete i ramen noodles seguendo le istruzioni e portate a bollore il brodo dashi.

Preparate 4 ciotole capienti e versate 5 mestoli di brodo dashi e un paio di cucchiai di brodo di cottura della coscia di maiale, mescolate bene, versate la porzione di noodles cotti, adagiate un paio di fette di carne di maiale, una metà d’uovo semi sodo, una fetta di naruto, ma manciata di porro a fette e di cipollotto. Tagliate in 4 un foglio di alga nori e adagiatela al bordo, come in foto.

Aggiungete nell’ichimi, se piace piccante.

E’ arrivato il periodo giusto per gustare un caldo e saporito ramen, un pasto unico, dagli ingredienti semplici che, preparati in maniera corretta, sono un tripudio di gusto.
Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy