SOMEN FREDDI

SOMEN FREDDI

I somen sono vermicelli di farina di frumento, e sono simili, ma più spessi, a quelli che in Italia si chiamano capelli d’angelo.

I somen tradizionali sono prodotti con farina bianca e acqua salata, l’impasto è lungo e ripreso più volte per un giorno e mezzo. All’VIII secolo d.C. risalgono le prime notizie sui somen, consumati dall’aristocrazia cinese e poi importati in Giappone dove erano preparati per i matrimoni, i funerali e la festa di Obon, la festa dei morti. Essendo un cibo costoso, per l’epoca, era donato in occasioni particolari, ma anche come offerta alle divinità o ai monaci dei templi.

I somen, ai giorni d’oggi, sono uno dei tipi di pasta giapponese più famoso e consumato, non solo in inverno, ma anche in estate.

Qui presento una ricetta estiva fresca, gustosa, veloce da preparare e molto elegante.

Da provare i diversi tipi di condimenti freddi nei quali intingere i somen. Ogni boccone può avere un gusto diverso, con il gusto corposo e piccante dell’uovo e ichimi, o col sapore sapido dell’alga nori e wasabi, oppure rinfrescante con l’erba cipollina.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

 

  • 4 o 5 FASCETTE DI SOMEN
  • 4 FOGLIE SHISO FRESCO
  • 4 TUORLI D’UOVO FRESCO
  • 4 FOGLI ALGA NORI
  • ZENZERO FRESCO
  • CORIANDOLO FRESCO
  • ERBA CIPOLLINA
  • WASABI
  • ICHIMI

Per il brodo freddo:

  • 360 ml DASHI
  • 120 ml MIRIN
  • 120 ml SALSA DI SOIA
  • 10 gr KATSUOBUSHI

 

Per prima cosa, bisogna preparare il brodo freddo nel quale verranno intinti i somen.

Preparare il brodo dashi, vedi ricetta.

In una pentola, portare a ebollizione il mirin, così che l’alcol evapori, unire la salsa di soia, il brodo dashi e il katsuobushi. Cuocere per 5 minuti e filtrare, lasciate raffreddare. Nel frattempo, lavare l’erba cipollina, il coriandolo e le foglie di shiso, tamponare delicatamente, con carta assorbente, l’acqua in eccesso.

Tagliare finemente le foglie di shiso, l’erba cipollina.

Sciogliere 4 cucchiaini di wasabi in pari quantità d’acqua e amalgamare fino a ottenere una pasta morbida e compatta.

Grattugiare una radice di 4 cm di zenzero.

Portate a bollore l’acqua, non salata, e mettete i somen a cuocere. La cottura deve essere delicata, quindi abbassate la fiamma quasi al minimo e, quando l’acqua inizia a schiumare, versate un po’ d’acqua fredda. I somen cuociono molto velocemente, quindi attenti a non farli scuocere.

Scolarli e raffreddarli sotto il getto di acqua fredda. Lasciarli scolare un paio di minuti.

Nel frattempo, in otto ciotoline differenti, versare il brodo freddo o temperatura ambiente, in quattro unire il cipollino, e nelle altre lo zenzero fresco. In un piattino, mettere l’alga nori tagliata a strisce sottili. In ciotoline differenti, mettete un tuorlo d’uovo e cospargerlo con un pizzico di ichimi.

In un grande piatto da portata, oppure in singoli piatti, mettere i somen arrotolati come in foto, in piccole porzioni singole da intingere poi nelle ciotoline. Decorare con il coriandolo, le foglie di shiso e il wasabi.

Gustate.

[blockquote text=”I somen, ai giorni d’oggi, sono uno dei tipi di pasta giapponese più famosi e consumati, non solo in inverno, ma anche in estate.” show_quote_icon=”yes” text_color=”#879c9f”]
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy