KARA AGE E SPINACI OHITASHI CON TAKOBUSHI

KARA AGE E SPINACI OHITASHI CON TAKOBUSHI

Queste polpette di pollo e fagioli di soia bianca, in un morbido impasto di panko e insaporito con salsa di soia, sono una rivisitazione del kara age tradizionale, un piatto particolare molto apprezzata in Giappone, in accompagnamento, spinaci ohitashi con takobushi e fiori edibili, fresca e salutare insalata, dal sapore delicato e particolare. Gli spinaci vengono marinati nel brodo dashi, condito da salsa di soia e mirin, una tecnica, l’ohitashi, di marinatura che insaporisce le verdure dall’interno, conferendo loro un gusto particolare, corposo ma delicato. Generalmente il piatto viene completato dal katsuobushi, io ho optato per il takobushi, scagliette di polipo esiccate, dal gusto delicato, leggermente affumicato. I fiori edibili, colorati, delicati, danno un tocco di eleganza, il gusto dolce, la consistenza impalpabile dei petali completa il piatto.

Le polpettine croccanti e saporite si sposano alla perfezione agli spinaci morbidi, gustosamente delicati.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

 

PER LE POLPETTINE KARA AGE:

  • 240 gr SOIA BIANCA
  • 240 gr MACINATO DI POLLO
  • 20 ml SAKE
  • 20 ml SALSA SI SOIA
  • 50 gr PANKO
  • OLIO PER FRIGGERE

PER GLI SPINACI ONITASHI:

  • 300 gr SPINACI GIOVANI
  • FIORI EDIBILI
  • 5 gr TAKO-BUSHI
  • 200 ml BRODO DASHI
  • 40 ml MIRIN
  • 20 ml SALSA DI SOIA USUKUCHI oppure normale

 

Per le polpette:

Passare la soia bianca nel passaverdure in modo che diventi una purea.

Aggiungere la purea al macinato di pollo, mescolare bene.

Aggiungere il sake e la salsa di soia, in quest’ordine, mescolare bene.

Versare il panko nel composto, mescolare fino a che diventi un composto morbido, lasciar riposare dieci minuti, il panko deve assorbire bene i liquidi.

Fare delle polpette di 4 cm di diametro, circa.

Passare le polpette nel panko, con l’accortezza di non lasciare spazi non coperti.

Friggere le polpette in olio bollente, fino a quando non avranno un colore ambrato.

Porre su carta assorbente.

 

Per gli spinaci:

Preparare il brodo dashi. Aggiungere il mirin e la salsa di soia. La salsa di soia usukuchi, ha un colore d’orato, quindi è facilmente riconoscibile e la sua peculiarità è il sapore delicato, inoltre non scurisce gli ingredienti in cottura.

Sbollentare gli spinaci giovani per 30 secondi, se piacciono croccanti, oppure 1 minuto se piacciono ben cotti, ma non andate oltre nella cottura.

Raffreddare gli spinaci cotti in acqua fredda.

Strizzare bene. Questo procedimento è necessario per eliminare l’acqua e permettere alla marinatura di insaporire gli spinaci.

Mettere in una ciotola gli spinaci strizzati e versare sopra il brodo dashi, lasciare marinare dieci minuti.

Mettere in una ciotola creando una montagnola, guarnire con fiori edibili e tako-bushi, come in foto.

[blockquote text=”Le polpettine croccanti e saporite si sposano alla perfezione agli spinaci morbidi, gustosamente delicati.” show_quote_icon=”yes” text_color=”#879c9f”]
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy