RisoEMiso | SASHIMI DI POLPO MARINATO E INARIZUSHI
16008
post-template-default,single,single-post,postid-16008,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

SASHIMI DI POLPO MARINATO E INARIZUSHI

SASHIMI DI POLPO MARINATO E INARIZUSHI

Il polpo è molto apprezzato nella cucina giapponese, in tutte le sue varianti, crudo, scottato, bollito, marinato, alla brace. Del polpo non si butta via niente, si mangiano anche le uova, marinate in sake e salsa di soia, takomanma.

L’inarizushi è specialità giapponese che si prepara con l’abura age, sfoglia sottile di soia fritta, una peculiarità della cucina tradizionale giapponese e si usa in tantissime ricette, dai ramen alle insalate, ai sushi, come vedremo. In commercio esistono queste buste di abura age, già pronte, per essere riempite con riso e altri ingredienti a scelta, sbizzarritevi con la fantasia.

Qui presento due ricette per un’unica portata a base di polpo, per una cena o un pranzo fresco e molto molto gustoso.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

 

  • 400 gr POLPO
  • 100 gr SOIA ADAMAME
  • 280 gr INARIZUSHI
  • 360 gr RISO ORIGINARIO vedi ricetta riso da sushi
  • 50 gr UOVA DI SALMONE
  • 10 gr RADICE RAFANO FRESCO
  • 140 gr RADICE DI DAIKON
  • 20 gr GERMOGLI DI BIETOLA ROSSA
  • 1 CUCCHIAINO DA TEA DI WASABI IN POLVERE
  • 1 CHICCHAINO ACQUA
  • 1 CUCCHIAINO SESAMO NERO
  • QUALCHE FOGLIOLINA NOVELLA DI SPINACINO in alternativa shiso

 

Per la marinatura:

 

  • 80 ml SAKE
  • 60 ml SALSA DI SOIA
  • 140 ml LIQUIDO COTTURA DEL POLPO

 

 

Cuocere il polpo, partendo da acqua fredda, finché non sia cotto, verificate con uno spiedo di legno che deve entrar agilmente nella carne.

Lasciarlo riposare nel liquido di cottura fino a raffreddamento.

Lavare il riso e lasciarlo asciugare.

Pulire il polpo dalla pelle vischiosa in eccesso, facendo attenzione a non rimuovere le ventose dai tentacoli.

In una ciotola profonda unire l’acqua di cottura del polpo, il sake e la salsa di soia. Immergere il polpo pulito e lasciare in marinatura per 30 minuti.

Nel frattempo cuocere il riso, preparare il condimento (vedi ricetta riso da sushi).

Sgusciare le adamame e cuocerle in acqua bollente per 5 minuti, immergere in acqua gelata così da preservare il colore verde brillante. Tritare a coltello.

Grattugiare la radice di daikon, rimuovere l’acqua in eccesso strizzando delicatamente. Grattugiare il rafano e incorporarlo al daikon.

Tagliare il polpo tra le due file di tentacoli nel senso della lunghezza. Tagliare a metà il tentacolo se troppo lungo, per agevolare l’uso delle bacchette.

Tagliare a cubettini i pezzetti di polpo avanzato.

Condire il riso col condimento e prenderne una parte alla quale aggiungere le adamame tagliate.

Prendete le bustine per l’inarizushi, apritele con cautela e riempitele con riso e adamame, avendo accortezza di riempire bene il fondo così da creare una base solida che tenga in equilibrio la bustina, riempire con altro riso e adamame. Guarnire con i semi di sesamo nero.

Con del riso da sushi riempire come prima un’altra bustina e guarnire con le uova di salmone.

Con del riso da sushi riempire una bustina e guarnire con i cubetti di polpo.

Preparare la pasta di wasabi, miscelando la polvere di wasabi a pari quantità d’acqua.

Impiattare guarnendo con wasabi, daikon e rafano e germogli, consiglio di intingere il polpo nella salsa di soia e un pizzico di wasabi.

Polpo marinato e inarizushi, due ricette in un'unica portata. Un viaggio gastronomico nel Giappone tradizionale.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy